venerdì 7 marzo 2008

Il riciclo del ciclo

Care donne, ricordate la pubblicità delle nostre “colleghe” col ciclo che volavano allegre e spensierate da un aereo grazie alle ali del proprio assorbente? Dimenticate tutto questo: ora, al massimo, potrete brindare con le vostre coppette mestruali. C’è un comune del Veneto che ha deciso di festeggiare l’8 marzo promuovendo tra le donne del paese una speciale coppetta per il ciclo con lo scopo di risparmiare i rifiuti. Si tratta di piccoli contenitori che, tenuti nella vagina durante il ciclo, hanno la funzione di raccogliere il sangue mestruale. Sostituiscono gli assorbenti (che pare vengano smaltiti in discarica in circa cinquecento anni) e si svuotano 3-4 volte al giorno, pronte per essere riutilizzate al ciclo successivo, dopo una pulitina e una sterilizzata. Sono disponibili due misure, una per le donne che hanno già partorito, l’altra per quelle che non sono mamme. Il tampone, corredato da un elegante sacchettino di stoffa per tenere la coppetta sempre in borsetta, costa 29 euro. Ora, lungi da me boicottare un’iniziativa ambientalista, ma dico io, per togliere la monnezza dalle strade campane, dobbiamo proprio cominciare noi donne a riciclare il ciclo?

P.P: però si accettano commenti di quante abbiano eventualmente “brindato” con le coppette e ne vogliano diffondere le portentose caratteristiche. Nell’attesa, buon 8 marzo!

40 commenti:

digito ergo sum ha detto...

E ci chiamano società civile. Inorridisco all'idea della "coppetta" utile al riciclo delle feci. Io boicotto. E ti abbraccio.

Lupo Sordo ha detto...

Ho capito poco e non essendo donna non posso conoscere i problemi durante il ciclo, al massimo posso spiegarti la sensazione di pisciare in piedi... :)

Cetta ha detto...

No no no ma che è sta cosa????Mi rifuto...eh eh!

Mat ha detto...

questa cosa è terrificante.
ma io dico...ma quale mente malata può arrivare a questa soluzione..

boh...

allora ne invento una io....

siccome l'aria che esce dal culo è ricca di gas inquinanti. propongo un sacchetto da applicare alle chiappe...quando una persona si sbizzarrisce in arobazie aerofagiche...zacchete! il palloncino si gonfia...
è dotata di chiusura ermetica..si estrae e attaccano dentro casa o sui tetti...

cosi avremo case più colorate e avremo risolto anche il buco .... dell'ozono

jack ha detto...

io preferisco il calice con il vino dentro.
Potrebbero risolvere il probleme utilizzando assorbenti che siano smaltiti in meno anni e quindi maggiormente biodegradabili.Penso anche che ste coppette siano anche scomode,o no?:P

duhangst ha detto...

Tra l'amianto toner per le stampanti e altre schifezze chimiche, mi sembra il minore dei problemi quello degli assorbenti.
Io fossi donna non la utilizzerei la coppetta.

Franca ha detto...

Avevo letto la notizia ed ero (e ancora lo sono) rimasta alquanto perplessa...

lux ha detto...

perche' non utilizzare un sistema simile al posto dei profilattici?
scommetto che ferrara sarebbe tanto contento :D

Ammiragliok ha detto...

in veneto sono trooooppo avanti!

60gandalf ha detto...

anche per i dracula si profilano i tempi di "bevanda" in confezione pronta brik!!!

Gianluca ha detto...

Che meraviglia...
ah il progresso...però bello l'airbag di mat..un airbag posteriore..ha ragione l'ammiraglio..son troppo avanti!

zefirina ha detto...

ne avevo letto su un altro blog e si era scatenata una polemica che non ti dico, a me ste coppette qui mi fanno orrore e non mi sembrano molto igieniche, per mia fortuna la natura fra un po' mi risolve il problema da sola!

lux ha detto...

serve un video per capire come si usano!

Pino Amoruso ha detto...

Non posso dare ovviamente un parere tecnico...Cmq mi sembra una grande stron....!!!
A presto ;)

fabio r. ha detto...

mamma mia..... non so cosa dire... non sono attrezzato, ma mi sembra veramente una megacazzatagalattica.

boh?

off topic: come mai gianluca mi dice a causa ella sua gatta tu sei entrata nel blogworld? (or did I misunderstand?)
bye

Miss Welby ha detto...

ma qual'è questo comune del veneto dove sono così sensibili all'ecoginecologia?

fammi sape', che' gli scrivo due righe di insulti.

PS circa un tuo post precedente: “ciao, volevo farti i complimenti per il blog, ti va uno scambio link?”

se ti va, io ho già provveduto

Gianluca ha detto...

@ fabio : no no..è simona che mi ha fatto avere la gatta in questione :-)

Cri ha detto...

Uhm...... non so.... mi da un'idea di sporco.... :/

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Quoto Franca LOL!

Baol ha detto...

Io dico solo che mi ritengo fortunato ad aver letto questa cosa dopo pranzo e non prima O____o

Suysan ha detto...

avevo letto in un altro blog di questa pessima invenzione...io la farei usare a chi l'ha inventata

angelo dei boschi ha detto...

Personalmente credo che chi partorisce simili idee sicuramente ha impiantato un catetere cerebrale, sennò non si spiega come questo genere di idee escano dalle teste, così liberamente, senza alcun tipo di filtro.
Un abbraccio basito...

bdp ha detto...

O____O

ma che schifo! mi piacerebbe sapere chi è l'idiota che ha avuto questa idea brillante?!
no comment

rudyguevara ha detto...

giù le mani dalla mia vagina!e dalle vostre!e che cavolo,anche io penso all'ambiente,ma insomma,a tutto c'è un limite!ogni donna decida se usare assorbenti interni,o con le ali,o come cavolo vuole,ma sanno dove possono mettersele 'ste coppette quei deficienti che le hanno partorite?lascio a te la conclusione,simona,e scusa la veeemenza,ma quando è troppo,è troppo!bacioni!

Romano ha detto...

Che schifo. Sono solidale con il genere femminile!!

Nikita ha detto...

e così ancora una volta hanno preso di mira la nostra cara passerina, come se il problema del clima e delle sue modificazioni, debba pesare sulle spalle delle donne molto più che su quelle degli uomini .
Ci dicono che dobbiamo tenerci in pancia embrioni malati o concepiti in codizioni che riguardano solo le nostre scelte, dimenticando che questo nostro stato sociale non fornisce le struttire adeguati per accogliere i diversamente abili che vengono amorevolmente curati e seguiti solo o quasi solo, dalle madri, perchè i padri se la svignano in qualche modo e mi perdonino le rarità di padri che non lo fanno, ci dicono come fare i bambini che desideriamo, continuano a prendere di mira il corpo delle donne ma ci sono politiche familiari da terzo mondo, il lavoro alle donne fertili viene dato con difficoltà (perchè sennò restano a casa in malattia e sono costi aziendali!)non ci sono asili nido gratuiti e le donne si sobbarcano anche al cura degli azniani. BASTA è ora di dire BASTA. Il mondo è stato inquinato dagli uomini con le scellerate scelte aziendali che hanno seppellito i fanghi tossici invece che smaltirli! E ora questa nuova tortura in nome dell'ambiente. Ma che scherziamo??? il problema non è come smaltire i nostri tampax !

Scusate lo sfogo...ma quando ce vò , ce vò.

Nikita

Gianluca ha detto...

Simo..passa da me...te tocca!

Mat ha detto...

uffi simo!!!!
sempre impegnatissima!!!
smack

davmo ha detto...

...mi massacrerete per la mia affermazione, ma:

ODDIO CHE SCHIFO
MI VIENE UN IL VOMITO








...scusate!

Baol ha detto...

Ciao Simò, da me ci sono i risultati del concorso

Master of Fouls ha detto...

beh...in azienda avevamo un dipendente rumeno che andava a cercare i tampax per farsi le tisane...

MoF

Master of Fouls ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gabry ha detto...

oddio...mi fa un tantino di schifo...ma che menti illuminate...comunque mat, sei geniale!!

Mat ha detto...

gabry, meno male che ci 6 tu ad apprezzare la mia arte, la mia genialità!

:)

LauBel ha detto...

devo dire che su questo ho dovuto scrivere un articolo qualche giorno fa... sinceramente ero un po' scettica ma dalle persone che sono riuscita a sentire non c'è che entusiasmo... io, devo ammettere, che un po' di strano me lo fa... boh

MariCri ha detto...

io ho problemi con i tampax, figurati le coppette! e poi mi fa un po' schifo l'idea...
in realtà, in questo periodo, la mia preoccupazione è che da "li sotto" ci deve passare la testa di un bambino...
ma dov'è sto comune? io vivo in Veneto e sul Gazzettino mi son persa la notizia!

InvernoMuto ha detto...

Ahahah...

Miciastra ha detto...

Quoto digito e boicotto anche io.
Stiamo veramente alla frutta...
Mah...

Mat ha detto...

tesorino...preparati a fare i salti di gioia...sei stata nominata...
ehm ehm..
:)

Spippy ha detto...

Di questa iniziativa ne aveva parlato anche Beppe Grillo durante una tappa del tour "Reset". Noi possiamo anche fare tutti i brindisi del mondo, ma fin tanto che qualcuno non spiega ai cittadini napoletani come si fa la raccolta differenziata, non credo cambierà molto la situazione. Oggi ho visto un servizio al tg in cui un giornalista intervistava una signora che, in preda al panico, tentennava perchè dopo aver raccolto i rifiuti in sacchetti differenziati, non sapeva dove metterli. Ora, dico io, ci vuole forse una laurea???