giovedì 7 febbraio 2008

No, we can’t

E te pareva. Il nostro buon Walter, l’unico uomo di sinistra cresciuto a McDonald’s e Coca Cola, si appropria dello slogan di Obama e intona anche lui “Yes, we can”. Ma siamo sicuri?
Il governo è appena caduto, morto prematuramente, e al suo funerale ben pochi hanno detto o pensato “Anche i migliori se ne vanno”. Perché questo governo onestamente poteva fare di più e meglio, ce lo doveva, me lo doveva. Non l’ha fatto e non è stato in grado di evitare che l’uomo venuto da Arcore tornasse in sella proprio mentre sembrava disarcionato dai suoi stessi scudieri. E Wally balla da solo, fingendo a se stesso e agli altri, perché dubito ci creda veramente, di poter sconfiggere l’avversario. No we can’t, Walter. E i politici made in Italy non sono minimamente paragonabili a chi dall’altra parte dell’Oceano sta conducendo una bella, appassionante e corretta campagna elettorale. Parere di una che non è mai stata filoamericana. I democratici statunitensi avranno vinto comunque, in un caso potrebbero schierare per la prima volta una donna, nell’altro un uomo di colore. Personalmente tifo per lui, anche se mi divertirebbe il pensiero di Hillary beccata nella sala orale, pardon, ovale, con un aitante stagista, per la gioia di tutte le mogli tradite. Pure se a me Bill alla fine stava simpatico e come non provare compassione per un uomo costretto davanti alle telecamere a usare 57 metafore diverse per non dire quello che la signorina in tailleur stava facendo sotto al tavolo? Scherzi a parte, i due contendenti sono entrambi degni di rispetto. Obama, da sempre contro la guerra in Iraq, Hillary da sempre in lotta per una sanità più giusta.
Nel nostro paese, invece, non vedo grosse novità. Quello che cambia da noi è solo il nome che si dà alle cose, non le persone che ci sono dietro. Per queste, ahimè, imminenti elezioni, ci ritroviamo la cosa “rossa”, la cosa “bianca” e la cosa “rosa” (il vero nome del Partito Democratico). Sarà, ma io vedo profilarsi all’orizzonte un’indistinta, informe e anche un po’ maleodorante cosa marrone. Turiamoci il naso allora e anche se “non possiamo” speriamo nel miracolo.

64 commenti:

fabio r. ha detto...

Ho sbirciato nel sito di Obama ed è impressionante la quantità di nuovi elettori che è riuscito a mobilitare! giovani che non votavano (nella patria della democrazia per votare bisogna iscriversi alle liste elettorali, remember! non c'è un automatismo tipo scheda a casa... understood?) che ora fanno la fila per lui.
Spero tanto che ce la faccia, ma ho un sano scetticismo di fronte alla bella opzione democratica del 2008: un uomo di colore ed una donna (e/o virago)!? Mah, se gli Amis fossero così evoluti mi ricrederi in un battibaleno!
Let's hope! we all stand for Obama, but we can't vote! A voi (visto che IO questa volta mi asterrò democraticamente)vi toccherà ancora Mastellabordondinicicchittodalemabondi (una creatura mitologica, un'idra da cento teste, peccato che siano tutte ugualmente di cazzo)

Ammiragliok ha detto...

mirabile analisi e unica soluzione possibile turarsi il naso, sopratutto se non si è in grado di superare altri 5 anni di governo mediaset

Cetta ha detto...

eh beh, non posso darti torto!questo governo poteva fare di più...mi è sempre piaciuta la campagna elettorale americana,almeno a parte hillary ci sono volti nuovi...qua vedere un volto nuovo significherebbe mandare ai lavori forzati tutti i deputati perchè non se ne salva uno

lux ha detto...

difficile potersi aspettare di piu' da un governo con i numeri che aveva Prodi a disposizione.
Certo mi fanno ridere questi giovanotti che si presentano all'elettorato come se fossero facce nuove volendo farsi interpreti di un cambiamento che non c'e' stato, loro presenti.
ma i cambiamenti in italia durano molto e soprattutto seguono una concezione temporale non propria della tradizione ellenistica, ma di alcune filosofie orientali per le quali l'inizio coincide con la fine.

Gianluca ha detto...

Sulla sanità giusta della signora Clinton ci sarebbe da discutere..meglio Obama, da la sensazione di essere sincero e di credere veramente al cambiamento ed a quello che dice.
Su Walter lasciamo perdere...

jack ha detto...

La cosa "marrone"...Poteva anche stare a pennello con il post precedente:D ihihihih
Pazienza,purtroppo l'Italia è questa qua.Se non cambiamo noi italiani le cose rimarranno sempre così.Ci vuole una rivoluzione...senza armi ovviamente:P
Ciao Simo,buona giornata.Kisses;) Jack

duhangst ha detto...

Non ho nulla da aggiungere a quello che hai scritto, se non che il buon Walter sembra aver deciso solo il modo migliore per perdere.

davmo ha detto...

cacchio simona, hai ragione
"No Walter, we can’t!"

...ieri sera sono stato a casa per seguire un pò di politica in tv (che sono molto in crisi in vista del 13aprile)...e "matrix" e "porta a porta" e un programma su La7 mi hanno confermato che...siamo nella merda!!!
Nessuna nuova idea, nessuna faccia nuova, in generale...nessuna!!!

Filippus ha detto...

Ho un po di domande da fare, posso? Qualcuno mi spiega perchè Repubblica (ma non solo) e WV parlano di We Can? il discorso di Obama si intitolava "Yes, we can change", anche chi non sa l'inglese coglie la differenza.
E' vero che in US solo gli iscritti al partito possono votare alle primarie?

post commento
Obama e Hillary sono entrambi del partito democratico, un po' come Willy Veltroni e Rosy Bindi (suvvia... fate uno sforzo di fantasia!)

InvernoMuto ha detto...

Sarà... ma a me - al nome di Uolter - viene sempre in mente LUI...
=)

Lone Wolf ha detto...

Mmmmmmh.... la politica è fatta anche di ragionamenti di lungo periodo. Di consolidamento. E di prese di posizione che possano (in più cicli, chiaro) cercare ALMENO di contribuire ad un progressivo cambiamento dello scenario politico.

Non sottovaluterei la scelta di Uolter.

Anche se è vero che nell'immediato non ci si può di sicuro aspettare che paghi al punto da consentirgli di vincere.

Ma con elezioni che il centro sinistra ha perso in partenza (e non certo per responsabilità del PD), val forse la pena di fare una scelta di più "lungo periodo"..

E poi un po'di tempo per gli accordi elettorali c'è ancora.

Solo che questa volta non saranno basati sulla "mediazione delle 280 pagg", ma sulla autorità elettorale del PD. E credo sia cosa buona e giusta.

Staremo a vedere...

lux ha detto...

@Filippus

... sto ancora ridendo :D

Che poi, a proposito di cambiamenti, in America i candidati sono tutti nuovi.

Qui dall'altra parte abbiamo il nuovo che avanza, rappresentato da un vecchio nano che è la quinta volta che si presenta, unito al nuovo ripulito rappresentato dal Sarkozy dei poveri (altro che la Bruni, la Tulliani!), al nuovo centro democratico cristiano, al nuovo "ce l'avevo duro una volta", ai nuovi fascisti "su Terra", al nuovo partito "spazzatura" che non riesce a trovare un cassonetto.

Mi ritorna in mente la storia del "mulo", personaggio fantascientifico di "Seconda Fondazione" di Asimov.

Ma questa non è fantascienza, è realtà che sotterra ogni forma di immaginazione :o

gabry ha detto...

io credo che forse in questo momento sarebbe stato il caso di unire tutta la sinistra che ancora crede che si possa andare avanti piuttosto che separarsi...in nome di cosa poi?
hai ragione...siamo immersi in una grande cosa marrone!

justfrank ha detto...

Yes, we can!

WE got new faces, new ideas!

justfrank ha detto...

Tra l'altro: cicciopapero Veltroni c'ha messo sette anni per passare dal tremendo "I care" al "We can", scopiazzato per giunta. Un lungo e faticoso percorso politico... ;)

lux ha detto...

dai ragazzi non tafaziamo!

meglio veltroni che lo psiconano.

purtroppo mi ricordo:

meglio prodi che lo psiconano

meglio rutelli che lo psiconano

meglio prodi che lo psiconano

meglio occhetto che lo psiconano

oddio e' un incubo, non se ne esce piu' :D

Romano ha detto...

Innanzitutto complimenti per come hai scritto il post (se è quella l'ora in cui l'hai pubblicato, bé sei una grande).

In merito: se non cambia, cosa possibile, Weltroni sembra crederci nella sua idea. E poi non sempre dall'America arrivano brutte notizie o nascono cattive persone.

Ciao

Baol ha detto...

Secondo me, ci tureremo il naso...ma dall'altro lato molti se lo tureranno di più e la puzza sarà comunque più forte :(

justfrank ha detto...

Grande Lux, hai reso bene l'idea ;)

Gianluca ha detto...

@ baol : io piuttosto mi turerei altro orifizio..

Moticanus ha detto...

io cambierei l'etichetta di questo post: cosacce di questo mondo!!

Credo cmq che all'orrore non ci sia mai fine e ne vedremo delle belle in futuro!

Luigi ha detto...

Non facciamo mai di tutt'erba un fascio, non diciamo mai che “loro” sono tutti uguali, che non c’è soluzione, e che quindi non andiamo a votare e ce ne laviamo comodamente le mani, ma poi iniziamo a criticare, di dire che “loro” sono tutti uguali…e così via, dimenticando che Baggio diceva che “un rigore lo sbaglia solo chi ha il coraggio di tirarlo”, e che almeno i "maiali dal doppio mento" come Mastella in campo sono scesi, e se in parlamento c’è molta gente come lui è anche perché i “giusti” se ne stanno a casa a criticare dalle loro comode poltrone. Votare è una responsabilità, votare il meno peggio è l'unica soluzione. Poi magari si può anche andare in giro per le strade a fare informazione itinerante, riniziare a parlare di tutto ciò che i media oscurano, unirsi tra di noi giovani, e dimostrare che come i nostri genitori anche noi abbiamo le palle di combattere, "contare e camminare insieme, da uno a cento" e poi oltre, a piccoli passi.

PS: che bel blog!

Lele ha detto...

Sono daccordo con te Simona....solo una cosa...!Anche io ero a favore della lotta di hillary per la sanità,fino a quando non ho visto Sicko....!
Questo,se non l'hai visto é il pezzo di film che riguarda Hillary...

http://it.youtube.com/watch?v=3X47efSCWiU

Ciao....!

rudyguevara-simona ha detto...

attenta simona ad invocare miracoli,potresti essere ascoltata!solo che quello che x qualcuno è un miracolo,per altri è tragedia!sarcasmo a parte,mi sa che walter ne avrà da correre per raggiungere l'obiettivo!del resto,vuol far da solo?faccia,faccia pure!(a volte mi chiedo se sia stipendiato dal nano di arcore,più grosso favore di così nn potrebbe fargli!).io sto con la sinistra arcobaleno,fra tutti sti colori,preferisco qualcosa che almeno un po' alla sinistra ci assomiglia!

signor ponza ha detto...

Sono sostanzialmente d'accordo. Io per tutelarmi ho già iniziato a turarmi il naso. Non si vede nulla di veramente nuovo all'orizzonte.

Mat ha detto...

ahhh...io adoro questa donna!

comunque, a parte le minchiate di veltroni alla ricerca di termini nuovi per nascondere una vecchiaia che è evidente, nel fisico e nei propositi...

a parte il mio inguaribile e infinito ottimismo che mi contraddistingue...

a parte che la sinistra mi ha fatto incazzare con la scelta del 13 aprile che consente ai giovani parlamentari di ricevere un'"aggiuntina" alla pensione...

io sono cinvinto che il nano proveniente da arcore faticherà...non sono sicuro che vincerà cosi facilmente...e se non vincerà cosi facilmente voglio vedere quanto sarà bravo lui a governare con una risicata maggioranza...

e vorrei vedere come saranno i nostri conti pubblici l'anno prossimo...
e vorrei vedere la mia busta paga per capire se è lui l'uomo che moltiplica i pani, i pesci (lui ci dovrebbe riuscire secondo l'autobiografia) e pure la moneta..

e poi soprattutto, che vada a fanculo silviuccio. io NON LO VOTO. e non lo voterò MAI!
e cosi faranno tante altre persone..

e comunque, approvo la scelta del PD di correre da soli ed eventualmente allearsi dopo.
1)capiranno il loro peso effettivo
2)faranno capire ai vari partitini dell'1% chi cazzo comanda!

ohibò! mi ritiro per pregare. cosa non ve lo dico..

ooohmmmmmmmmmm....
ooohmmmmmmmmmm....

Chiara* ha detto...

Io il naso l'ho tappato..
E sono in crisi perchè non ho idea sul voto..(che cmq sarà a sinistra!).
Indecisa..
e demoralizzata.. Quella Binetti mi à il voltastomaco.
Ma ancora una volta dovrò votare il meno peggio senza votare quello che vorrei??
Che tristezza ogni volta votare cosi :-(

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ottima disamina conclusione meno condivisa

Votare il meno peggio non mi convince più questa volta. Votare non mi convince più questa volta.

Simona ha detto...

@fabio r.:bella quella dell'idra, fa molto Hobbes. Ciao!

@ammiragliok: 5 anni di Mediaset...sono compresi i consigli per gli acquisti?

@cetta: lavori forzati? sai che non sarebbe una cattiva idea?

@lux: meglio lux che lo psiconano! ;-))))

@gianluca: boh, mi pareva che la Clinton avesse già tempo fa cercato di intervenire sulle assicurazioni private...comunque, anch'io preferisco Obama.

@jack: già ci vorrebbe Ghandi! ;-))buona serata.

@duhangst:in sè non sarebbe una decisione sbagliata correre da solo, se ne facesse un discorso di coerenza. Il problema è che non è questo il momento di correre questi rischi, il pericolo è in agguato!

@davmo: hai ragione, davmo, nessuna!

@filippus: avranno omesso "change", per onestà intellettuale...;-)) qui di cambiamento non c'è aria..

Lupo Sordo ha detto...

Vabbè, ma la cosa marrone è sempre esistita... Mica cambierà qualcosa, non ricordo una volta che non mi sono turato il naso a qualsiasi elezione.

Virgilio Rospigliosi ha detto...

Quella della "cosa marrone" è semplicemente SPETTACOLARE!!!

Riguardo all'idea di Walter Veltroni di correre da solo, da non politico approvo alla grande. Tanto perso per perso per lo meno ci mettiamo un idea un pò nuova. Una ripulitura da tutti quegli accoppiamenti senza logica e destinati a imminente separazione appena dopo al matrimonio.

Un caro saluto

Simona ha detto...

@invernomuto: bianco, rosso e veltrone ;-)))

@lone wolf: beh, in effetti a breve raggio è persa sicura, dici che tanto vale ragionare alla lunga? può essere, purché la batosta alla corta distanza non sia troppo grossa da far cambiare pure il discorso in prospettiva.

@gabry:più ci penso e più non capisco cos'è giusto fare, spero solo che non torni LUI!!!!!!

@justfrank: speriamo che il prossimo slogan non sia "We run".

@romano: sì, l'ora è quella giusta, è che la politica odierna non mi fa dormire ;-))

@baol: in effetti, avranno bisogno di molte più mascherine di ni ;-))

@moticanus: in effetti ho messo come etichetta "cosine di questo mondo", a sottolineare la piccolezza di questa gente.

@luigi: lo so, non sono tutti uguali, per questo, nonostante avessi inizialmente pensato di astenermi dal voto, credo che alla fine andrò....ma la tentazione era forte...benvenuto e grazie per il complimento.

Simona ha detto...

@lele: io Sicko l'ho visto, ma mi pareva che Hillary ci avesse provato, anche se poi la faccenda non andò in porto...così credo, almeno.

@rudyguevara: non ho ancora capito se è un pazzo, un coraggioso o solo un egocentrico...spero per lui e per noi che sia un coraggioso...e comunque facciamo di tutto affinché non vada su L'ALTROOO!

@signor ponza: io ormai sto praticamente in apnea ;-))

@mat: dici che vince con poco scarto? speriamo...nel frattempo mi dò al buddismo anch'io ohmmmmmmmmm
ohmmmmmmmmmmmmm

@chiara: come ho scritto poc'anzi al signor ponza, io ormai vivo in apnea...sob!

@daniele: anch'io prima ho sostenuto la causa dell'astensionismo, però, non so, da un lato vorrei farlo, ma l'alternativa mi atterrisce troppo, credo che alla fine cederò.

@lupo sordo: concordo e sottoscrivo

@virgilio rospigliosi: certo se già prima avessero evitato di raccattare gente come Mastella...

rudyguevara-simona ha detto...

sarà anche coraggioso,ma ho paura che con questa presa di posizione consegnerà il paese al nano!che ha paura veltroni,che i comunisti italiani mangino i bambini?anche se fosse,è un po' cresciuto per finire tra le loro fauci,no?

Simona ha detto...

@rudyguevara: cara Simo, voglio sperare che sia coraggioso perché voglio credere alla sua buona fede, ma certo non avrei mai voluto un partito che fosse l'ennesima trasformazione della vecchia DC.

rudyguevara-simona ha detto...

lo so,nn penso certo che tu abbia voluto questo!io non credo a veltroni e nn mi piace il suo pd,xò spero che tu abbia ragione sulla sua buona fede!un bacio.

Mat ha detto...

mmmh, mai dire mai...

e a quel punto subirà la legge contrappasso
e io riderò sotto i baffi..

però è prematuro...quindi continuo la meditazione

ooooohmmmmmmm
ooooohmmmmmmm

riccardo gavioso ha detto...

un post perfetto... posso solo dirti brava e lasciare un saluto

zefirina ha detto...

son qui in apnea

"The ArtiSt" ha detto...

Io ci spero che corra da solo, un po' di coerenza per una volta l'apprezzerei.

LauBel ha detto...

hai ragione simona, e in piùmi permetto di aggiungere che lo stile di come condurre una campagna elettorale è probabilmente l'unica cosa che dovremmo imparare dagli usa...

gabry ha detto...

@mat: oddio mat, io mi auguro che il nano di arcore fatichi...ma temo che non sia così...mondo crudele!!!

Gianluca ha detto...

Sì ci aveva provato ma poi la lobby delle farmaceutiche l'ha innaffiata di dollaroni ed ha desistito..non mi fiderei della signora..

rudyguevara-simona ha detto...

a simona da simona:ho bisogno di aiuto:a taranto c’è pericolo per il latte alla diossina,potresti aiutarmi a pubblicizzare il problema?nn mi importa essere linkata,solo fare opera di sensibilizzazione e avvertimento!

Richie ha detto...

io verrei riuscire a convincere tutti a non andare a votare. un'astensione di almeno il 90%
sarebbe un segnale forte per far capire che siamo stanchi di quella politica, che siamo stanchi di quelle facce.
E' un'utopia.

Besos, Richie

Franca ha detto...

Da una parte io son contenta che Veltroni balli da solo perchè di votare lui non me la sarei proprio sentita...
Comunque, da questo giochetto lui sicuramente ci guadagna le mani libere per qualsiasi accordo post-elettorale.
E la puzza si farà più forte...

lux ha detto...

Il discorso sull'astensione e' affascinante, solo che da un punto di vista pragmatico non regge.

Come diceva Sartori ieri ad Anno Zero, ai politici non importa una cippa di quelli che non votano; loro si pigliano i voti che ci sono e con quelli comandano.

°bio° ha detto...

siamo messi male, abbiamo bisogno di novità vere ma la politica è chiusa al nuovo, al giovane.

Mat ha detto...

@ GABRY: beh io mi auguro che il nano perda l'uso della parola ... e che si ritiri per sempre..

ma siccome pare sia immortale allora mi auguro che le perda le elezioni. sempre che non arrivi l'ultimo degli immortali a tagliargli il collo...

ma se questo non dovesse succedere allora gli auguro un governo incasinatissimo che lo porti a dimettersi dopo 3 giorni

e se resuscita, vado di persona e lo prendo a calci nel culo fino a che nn mi chiede di risparmiarlo. inutilmente

indierocker ha detto...

ridatemi pasolini!!! mi chiedo cosa avrebbe detto di tutto quello che stiamo vedendo oggi... rileggetevi quello che scriveva 33 anni fa...sembra scritto stamattina! (qualche estratto l'ho postato io, eh eh eh)...
se ogni post e ogni commento di questo blog potessero essere un voto...

Pino Amoruso ha detto...

Cosa Rossa, Cosa Bianca! Tra un pò si candiderà anche Cosa Nostra. E' un gran "Casini"
Vedremo!!!

kabalino ha detto...

simona, di fondo, hai ragione...e sono quasi più appassionato alla campagna elettorale americana che a quella italiana; ma io la fiducia a walter la concedo anche perchè non vedo alternative.

Baol ha detto...

Io invece credo che abbia fatto la scelta giusta il caro Uolter, se la "cosa rossa" avesse candidato Vendola avrebbe avuto il mio voto...ma Bertinotti no, scusate, ma preferisco Uolter :)

abs/prostata/antiblogger ha detto...

Per me può farcela, o comunque arrivare a perdere di un soffio. Il bipolarismo ha ormai attecchito, agli italiani piace, tant'è che chi si presenta fuori dai poli raccoglie le briciole. Quindi è sempre una scelta molto personalistica, una sorta di referendum del tipo: "volete essere governati da Tizio o da Caio?" Obiettivamente Veltroni ha vent'anni di meno e non ha ancora governato, e Silvio sicuramente è molto più odiato, anche trasversalmente. Secondo me molto dipende da quanto Walter riuscirà a convincere gli italiani di avere reali chance di vittoria, anche piccole (altrimenti la gente voterà il partitello che sente più affine, o non andrà a votare o disegnerà falli), quindi immagino che i sondaggi e l'abilità di spendersi bene quelli favorevoli avranno un'importanza ancora maggiore del solito.

MariCri ha detto...

dopo lo spettacolare siparietto della nostra politica in questi giorni sto seguendo solo più la politica d'oltreoceno, più corretta e interessante, ma sopattutto con dei contenuti. questo in attesa di emigrare, che mi sa che potrebbe essere una soluzione mica da scartare!

silvio ha detto...

Simona, condivido il tuo post. Aggiungo che non solo in America, ma anche nella vecchia Europa in qualche paese si respira aria d novità.
In Italia niente, è sempre lo stesso. Del governo che ci lasciamo alle spalle penso tutto il male possibile. E di quello che verrà, visto che lo abbiamo già avuto per 5 anni, penso ancor peggio.....

guccia ha detto...

Io, sarò reattiva, ma sto già passando la fase di sconforto e subentra quella della sana rabbia. Io certe porcate, che vinca il nano o il filoamericano (e speriamo che non lo sia anche per ciò che riguarda la sanità), non gliele lascerò fare. Personalmente mi sento richiamata in prima linea.
A cominciare dalla difesa dell'autodeterminazione delle donne, dei diritti degli immigrati e dai capri espiatori di Genova

gabry ha detto...

@ mat: con questa tua risposta hai appena acquistato un fan!!!eheheh

60gandalf ha detto...

oh che bella un'italia governata come roma...si pensa solo al popolo: festival del cinema, notti bianche, danze e cotillon... come ai bei tempi di nerone!!!

il nuovo che avanza, meno tasse e più salari... ma lui e metà governo dove erano negli ultimi 20 mesi??
ciao simò

tommi ha detto...

sono d'accordo con te, ma come ho scritto da daniele, ci dobbiamo credere per l'ultima volta per non fare il gioco di coloro che il cambiamento non lo vogliono e sperano nella nostra rassegnazione e disperazione per continuare a fare i loro comodi.
dobbiamo reagire, lottare e farci sentire. non sprechiamo questa ennesima occasione che ci è stata data.
dai Simo! proviamoci!
tommi - www.bloginternazionale.com

Spippy ha detto...

La definizione "cosa marrone" è di una perspicacia disarmante. Ci riderei anche su, ma purtroppo, all'idea del ritorno dello psico-nano, proprio non riesco a muovere neanche un muscolo della bocca. Sono attonita e disillusa. E tanto amareggiata per questa nostra povera Italia.

holly ha detto...

Io soffro molto quando nelle foto e nelle riprese televisive che immortalano i vertici del PD vedo Anna Finocchiaro accanto e spesso dietro Walter Veltroni. Mi sarebbe piaciuto un partito veramente nuovo con a capo una donna, Anna Finocchiaro per esempio, con una Magna Charta veramente democratica.
Hai letto i punti del codice etico del PD? Ti consiglio una lettura per capire meglio la direzione di questo nuovo partito, io l'ho letto sul blog bastardo di Gad Lerner.
E poi come posso votare un partito con Paola Binetti all'interno che parla dell'omosessualità come una malattia, che è contraria all'aborto e contro la legge 40?
Io non so se riuscerò anche questa volta a turarmi il naso.

lux ha detto...

ragazzi c'e' sempre la sinistra arcobaleno :D

Pecoraro... gli darei foco insieme ai rifiuti campani

Bertinotti lo manderei a lavorare in acciaieria, cosi' vediamo se si leva quella puzza da salotto televisivo

Diliberto gli farei fare un concorso "vero" per la cattedra universitaria

Mussi gli taglierei i baffi e gli metterei un parrucchino come quello di Lucio Dalla.

Anonimo ha detto...

Ma si che we can...we can eccome! Se penso che questa frase se la sono messa in bocca anche quelli di "Amici" mi viene davvero il voltastomaco...eppure ci sono degli autori in questi programmi(pagati) e anche i politici hanno i loro schiavi che gli scrivono ogni sacrosanta parola...il risultato? che mi vedo a ballarò l'onorevole brunetta che nel più alto degli sforzi dialettici risponde a un avversario "ridi ridi che la mamma ha fatto I gnocchi!". Ne deduco che non solo we can, ma che ce lo meritiamo anche! Ciao Simo leggimi, sono Anto ps:bel blog!