venerdì 19 ottobre 2007

Blogga miseria!

Porto sfiga. Ora lo so. Decido finalmente di aprire un blog ed ecco che già rischio di finire in galera. Sul blog di Grillo oggi si legge (ne riporto alcuni stralci):
Ricardo Franco Levi, braccio destro di Prodi, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, ha scritto un testo per tappare la bocca a Internet. Il disegno di legge è stato approvato in Consiglio dei ministri il 12 ottobre. Nessun ministro si è dissociato. La legge Levi-Prodi prevede che chiunque abbia un blog o un sito debba registrarlo al ROC, un registro dell’Autorità delle Comunicazioni, produrre dei certificati, pagare un bollo, anche se fa informazione senza fini di lucro. L’iter proposto da Levi limita, di fatto, l’accesso alla Rete.Quale ragazzo si sottoporrebbe a questo iter per creare un blog?La legge Levi-Prodi obbliga chiunque abbia un sito o un blog a dotarsi di una società editrice e ad avere un giornalista iscritto all’albo come direttore responsabile.Il 99% chiuderebbe.Il fortunato 1% della Rete rimasto in vita, per la legge Levi-Prodi, risponderebbe in caso di reato di omesso controllo su contenuti diffamatori ai sensi degli articoli 57 e 57 bis del codice penale. In pratica galera quasi sicura."

Io sono di sinistra e ho aperto il blog solo da due mesi. Ma perché mi ritrovo a scrivere un post come questo? Altra domanda: perché questo ddl proprio ora che tanto si parla dell’antipolitico Grillo? Io non sono una che lo difende a spada tratta, ma questa mi pare proprio una strana coincidenza…

16 commenti:

signor ponza ha detto...

A me sembra un gran pasticcio. Inizio a leggere qualche smentita...

yokai ha detto...

La cosa mi indispettirebbe e non poco.

Anonimo ha detto...

e continuate ad essere ancora di sinistra?
60gandalf

p.s. dopo il trasferimento di Speciale ora avete tolto pure l'inchiesta al PM di Catanzaro...e così anche stavolta Mastella e Prodi la sfangano!!

Anonimo ha detto...

per 60gandalf:
la differenza è proprio qui...
se hai un'idea o ideologia o principio, cerchi di portarlo avanti e non cambi bandiera quando i venti sono contrari. ciao

cugina anziana

Anonimo ha detto...

eh già, il problema è proprio il vostro dogmatismo: nonostante l'evidenza dei fatti, nonostante la storia, nonostante il progredire della società...
votate comunista contro i "padroni" e chi è votato da voi se la fa con i "padroni".
un abbraccio comunque
60gandalf

Simona ha detto...

@ 60gandalf: sì, ma mastella per me non è di sinistra, potete tenervelo voi.
@grande cugina!

Anonimo ha detto...

telekom serbia - Dalema/Conforti/Unipol/Coop - Prodi/Visco/Speciale - Mastella/De Magistris - bavaglio ad internet - ... tutto a tacere e tutti d'accordo, il popolo è ignorante e solo gli eletti sanno quel che è giusto per il popolo. VIVA IL SOVIET (e le poltrone di Mastella e Bertinotti)
60gandalf

Simona ha detto...

@60gandalf: ok, nessuno è perfetto. E su alcune (alcune) cose puoi avere ragione. Se leggi il mio blog vedrai che quando non sono d'accordo su certe cose le dico eccome, anche quando vanno contro la mia parte. Ma se iniziassimo "noi" a fare liste di scandali, non ci basterebbe la blogosfera!

lux ha detto...

noi, voi...

c'e' buona politica e cattiva politica.

poi ci sono politiche di sinistra e di destra.

qui vedo solo cattiva politica...



di destra ;-)

Anonimo ha detto...

60gandalf.hai mai provato con una tisana? rilassati e pensa alla salute.

cugina anziana

Anonimo ha detto...

Sul dogmatismo di sinistra si potrebbe discutere a lungo, sul pelo sullo stomaco di molto elettori di destra poi...
rimango comunque dell'idea che il palazzo sia il riflesso impietoso della cosidetta società civile..
Mastella..ma dico..Mastella..
lassamo stare che mi si alza la pressione

Pappa

www.acido.be ha detto...

A me non piace troppo Grillo, spesso non mi trovo d'accordo con lui, e spesso fa del sensazionalismo stupido. Però sono opinioni.
Il vero merito di Grillo, secondo me è quello di aver risvegliato nella massa un po' pecorona una certa voglia di sapere e di conoscere come stanno veramente le cose.
Da quando c'è il blog di Beppe, infatti, sono nati centinaia od addirittura migliaia di altri spazi dedicati alla politica, società et simili.
Questo è un bene, specie per l'Italia, un po' più addormentata degli altri paesi in questo senso.
E' chiaro che quindi, dopo una campagna screditizia di un mesetto alla TV tramite TG, Matrix e Porta a Porta, i vecchi lassù hanno capito che chi usa internet la TV non la guarda più.
E cercano di mettere un bavaglio ad internet..
ma come fanno? Io prendo e sposto il blog all'estero ed il problema è risolto.
Mi sa che 'sti vecchiacci al potere non hanno ancora capito bene come funziona il web..

Simona ha detto...

@acido.be: su Grillo sono perfettamente d'accordo.
Per quanto riguarda il disegno di legge, forse possiamo tirare un sospiro di sollievo..almeno spero....
http://www.corriere.it/politica/07_ottobre_23/levi_legge_editoria_no_bavaglio_ai_blog.shtml

Anonimo ha detto...

@simona: se mi trovo a bloggare qui è xchè ho trovato abbastanza equilibrio nei tuoi interventi, anche se posso non condividerli in tutto o in parte;
@cugina anziana: per una tisana ci vogliono oltre 5 minuti di preparazione, io risolvo con un secondo di Prodi: mi addormento all'istante!!

Anonimo ha detto...

scusate, ovviamente l'intervento di cui sopra è il mio...
60gandalf

Simona ha detto...

60gandalf: l'importante è che tu non veda Berlusconi, il sonno ti passerebbe del tutto...;-)))